Centro Medico Prof. Savino


Vai ai contenuti

Curriculum Dott. Mario Savino

Mario Savino
Il dott. Mario Savino si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Pisa discutendo la tesi sperimentale: "Familiarità nel Disturbo da Attacchi di Panico" e si é specializzato in Psichiatria nel 1990 discutendo la tesi "Comorbidità del Disturbo da Attacchi di Panico: studio clinico su 103 pazienti ambulatoriali", con il massimo dei voti e la lode.
Ha iniziato a frequentare l'Istituto di Clinica Psichiatrica dell'Università di Pisa nel 1985, seguendo le attività di assistenza nel reparto della clinica e presso gli ambulatori del Centro per la Prevenzione e Cura della Depressione ed ha proseguito ininterrottamente, a tempo pieno, fino al 1993. Successivamente ha mantenuto stretti rapporti con l'Istituto ed ivi è stato Professore a Contratto nel 2001-2002.
Il 4 Settembre 1990, dopo la Specializzazione, l'Università degli Studi di Pisa ha riconosciuto al Dott. Savino la qualifica di "Cultore della Materia" (numero di codice 7695) per i suoi meriti di ricerca in Psichiatria. Nel Novembre 1995 si iscrive e partecipa al Corso di Perfezionamento post-specializzazione in Terapia dei Disturbi d'Ansia, della durata di un anno, diretto da G.B. Cassano presso l'Università degli Studi di Pisa.

Attività di ricerca
Dal 1985 il dott. Savino svolge attività di ricerca presso, o in collaborazione con, l'Università di Pisa.
Nell'ambito dei Disturbi Affettivi, si é dedicato allo studio dei pazienti ambulatoriali affluenti al Centro per la Prevenzione e il Trattamento della Depressione, partecipando a ricerche sulle relazioni tra sintomatologia depressiva, risposta terapeutica e integrazione sociale.
Questi studi sono stati condotti in collaborazione con il Prof. Giovanni B. Cassano, della II Cattedra di Clinica Psichiatrica dell'Università di Pisa e con il Prof. Hagop S. Akiskal, allora dell'Università del Tennessee, esperto di fama internazionale per quanto riguarda lo studio dei disturbi dell'umore. I risultati di queste ricerche, nonchè le loro implicazioni sul piano teorico e pratico sono stati oggetto di pubblicazioni e presentazioni a congressi.
Il Dott. Savino si è impegnato nel coordinamento e nella attuazione di una ricerca indirizzata allo studio delle caratteristiche cliniche, evolutive e di risposta al trattamento farmacologico dei pazienti con depressione maggiore. Tali studi sono stati condotti utilizzando i più validi strumenti di screening diagnostico e di valutazione sintomatologica per i pazienti con disturbi primari dell'umore. Buona parte dei risultati di questi studi sono stati pubblicati tra il 1987 e il 1993 ed ulteriori contributi successivamente.
Nel 1985, in stretta collaborazione con il dott. Joseph Deltito della Cornell University di New York, ha svolto differenti studi nel settore delle Nevrosi e dei Disturbi d'Ansia (Disturbo da Attacchi di Panico, Agorafobia, Fobia Sociale, Disturbo Ossessivo-Compulsivo) soprattutto sul trattamento farmacologico e cognitivo-comportamentale, sull'impiego di specifici strumenti standardizzati di rilevazione sintomatologica, sullo studio delle basi biologiche e delle relazioni con l'ansia di separazione dell'infanzia. Dallo stesso anno ha iniziato a collaborare al "World Wide Collaborative Panic Disorder Study", ricerca internazionale multicentrica (Chief Consultant G.L. Klerman), nel corso della quale ha migliorato la sua competenza nell'impiego di strumenti specifici di rilevazione sintomatologica e di tecniche di elaborazione statistica dei dati in psicofarmacologia clinica. In seguito ha partecipato alle attività di ricerca del gruppo di studio sugli attacchi di panico, costituitosi presso l'Istituto di Clinica Psichiatrica, in stretta collaborazione con numerosi esperti del settore di scuola americana (D.F Klein, G.L. Klerman, D. Sheehan, J. Ballanger, M. Liebowitz) e si è dedicato alla ricerca clinico-terapeutica nell'ambito di svariati studi multicentrici in collaborazione con diverse Università Italiane.
In particolare, ha partecipato nell'anno 1989, ad uno studio multicentrico internazionale di follow-up del Disturbo da Attacchi di Panico nei pazienti seguti durante il "World Wide Collaborative Panic Disorder Study" ("Discontinuation Protocol 4710") e successivamente ha condotto una ricerca clinica volta alla individuazione dei disturbi concomitanti al Disturbo da Attacchi di Panico, i risultati della quale sono stati oggetto di relazioni in occasioni di numerosi congressi internazionali. Gli studi svolti sulla comorbidità sono stati i primi in Italia: la ricerca sui fenomeni di comorbidità in Psichiatria, vera rivoluzione per quanto riguarda la diagnosi e terapia psichiatrica, ha ridisegnato l'approccio diagnostico e terapeutico a tutti i disturbi psichiatrici, con enorme ricaduta sulla pratica clinica e sulla cura di condizioni morbose molto spesso gravi e/o resistenti.
Non meno importante, dal punto di vista dell'innovazione diagnostico-terapeutica, la serie di ricerche condotte sulla definizione del concetto di "spettro panico-agorafobico", argomento che ha inaugurato una serie di lavori volti a definire la sintomatologia "subclinica" che caratterizzano tutt'ora l'attività dell'Istituto di Psichiatria di Pisa.
Tra i vari studi multicentrici, ricordiamo una ricerca clinico-terapeutica, in collaborazione con centri universitari italiani e stranieri, sulla Distimia (DSM-III-R); in questo studio il Dott. Savino non si è occupato solo della raccolta dei dati dai pazienti che confluivano a Pisa, ma anche della elaborazione dei dati ricavati da tutti i Centri coinvolti in tale ricerca.
Grazie alla produttiva esperienza di ricerca portata avanti con la direzione del Prof. Cassano, il Dott. Savino ha ottenuto una borsa di studio assegnata dalla Fondazione Adriano Buzzati-Traverso per lo svolgimento di ricerche scientifiche sulle caratteristiche clinico-terapeutiche del Disturbo da Attacchi di Panico (gennaio 1989). Nel settembre dello stesso anno gli viene assegnata una seconda borsa di studio, sempre dalla Fondazione Adriano Buzzati-Traverso, per lo svolgimento di ricerche scientifiche sul follow-up del Disturbo da Attacchi di Panico. Nel dicembre, infine, gli è stata conferito dalla Jannsen un grant per la ricerca nell'area del trattamento della depressione cronica.
A fianco di queste ricerche, il Dott. Savino ha sempre contuinuato a partecipare a numerosi studi multicentrici nell'ambito della sperimentazione clinica di diversi nuovi farmaci, in qualità ora di valutatore, ora di coordinatore del gruppo di valutatori.
Nel 1992 il Dott. Savino ha ricevuto un finanziamento dalla Roche, con la quale ha a lungo collaborato alla stesura di un protocollo di ricerca multicentrica sulla Moclobemide, che gli ha consentito di lavorare in diretta ed esclusiva collaborazione a Washington con il Professor Hagop Souren Akiskal, allora al National Institute of Mental Health.
Il periodo negli USA gli ha permesso di perfezionare per la pubblicazione numerosi dati raccolti con il Prof. Cassano presso l'Università degli Studi di Pisa. In tale occasione ha partecipato al 45° Congresso della Gerontological Society of America tenutosi a Washington il 18-22 novembre presentando la relazione "Cross-national perspectives on personality disorder and age of onset in elderly depressives" nell'ambito del simposio del National Institute of Mental Health (NIMH) "Personality disorders: stability and correlates across the span of life".
Nello stesso periodo di permanenza negli USA ha avuto occasione di incontrare il Professor Jack Maser, pioniere assoluto degli studi sulla comorbidità, e di porre le basi per una sua successiva permanenza presso l'Università di Pisa con fini didattici e di ricerca.
La collaborazione con il Prof. Akiskal, oggi all'Università di San Diego, prosegue ancora con frequenti incontri in Italia e all'estero finalizzati alla preparazione di studi sul temperamento nei disturbi dell'umore, sulla depressione nell'anziano e su quella associata a patologie internistiche. In collaborazione con il Prof. Cassano, Direttore dell'Istituto di Clinica Psichiatrica dell'Università di Pisa, ha inoltre condotto più recenti ricerche sul Lutto Complicato e sui nuovi farmaci per la terapia del disturbo da attacchi di panico.
Attualmente collabora con l'Istituto Neurologico Besta di Milano ad una ricerca sul trattamento con DBS (deep brain stimulation) in pazienti ossessivi gravi e resistenti ai farmaci e alla psicoterapia.

Attività didattica
Nel 1990-91 il Dott. Savino, con la qualifica di "Cultore della materia", ha fatto parte della Commissione di Esame di Clinica Psichiatrica II.
Durante l'anno accademico 1991-1992 ha assistito gli studenti in Medicina nel "Corso integrato di Psichiatria e Psicologia Clinica" previsto dal Corso di Laurea in Medicina dell'Università di Pisa. Alle esercitazioni pratiche si è affiancata ulteriore esperienza didattica in forma di seminari su "Distimia e depressione cronica" e "Terapia elettroconvulsivante". Durante l'anno accademico 2001-2002 il Dott. Mario Savino è stato Professore a contratto presso l'Istituto di Psichiatria dell'Università degli Studi di Pisa e ha tenuto un corso sulla Psicopatologia dell'Anziano ai Medici Specializzandi.
L'esperienza didattica prosegue a tutt'oggi con corsi dedicati a medici e psichiatri in collaborazione con la Fondazione IDEA, l'Associazione onlus Areté e l'Università di Milano, nonché corsi per medici e informatori del farmaco in collaborazione con importanti aziende farmaceutiche (Eli-Lilly, Pfizer, Sanofi-Synthelabo) e nutriti gruppi di volontari facilitatori in gruppi di auto-aiuto. Si affianca all'attività didattica un'intensa opera di sensibilizzazione dell'opinione pubblica ai problemi di ordine psichiatrico rivolta alle scuole e al grande pubblico tramite incontri diretti (Fondazione IDEA), interventi televisivi, articoli su periodici a grande tiratura.

Alcuni dei corsi rivolti a medici, psichiatri e studenti sono stati:

1 - 2° Corso di Aggiornamento per Giovani Psichiatri. Villa Cagnola, Gazzada (VA), 26-28 Ottobre 1998. Organizzato da Università degli Studi di Milano e Fondazione IDEA. M. Savino: "Trattamento della comorbidità".

2 - "Depressione e cronicità", Corso di aggiornamento in psichiatria, Università degli Studi di Siena. M. Savino: "Comorbidità psichiatrica e depressione cronica". Siena, 19/01/1996.

3 - "Depressione e cronicità", Corso di aggiornamento, Università degli Studi di Palermo. M. Savino: "Comorbidità nella depressione cronica", Palermo, 1995.

4 - "Cronicità e depressione- Incontro di aggiornamento", Università degli Studi di Reggio Calabria. M. Savino: "Comorbidità tra depressione e altri disturbi: introduzione storico-nosografica", Catanzaro, 20/01/1995.

5 - Corso di Aggiornamento Disturbi dell'umore e disturbi d'ansia. Circolo Ufficiali della Marina Militare con il patrocinio della Società Italiana di Psichiatria. Taranto, 5-6 Giugno 1992.

Attività libero-professionale
Posto il fondamentale valore del bagaglio di esperienza nell'assistenza a pazienti ambulatoriali, di day hospital e ricoverati in reparto acquisito presso la Clinica Psichiatrica dell'Università di Pisa, il Dott. Savino ha affinato le sue conoscenze diagnostico-terapeutiche e di gestione del paziente collaborando, in qualità di libero professionista Specialista in Psichiatria, con la Casa di Cura San Rossore di Pisa dal 1990 al 1993. In tale periodo ha avuto l'opportunità di affiancare il Prof. Cassano nella attività ambulatoriale e di assistenza a pazienti ricoverati, collaborando alla gestione medica, psichiatrica e psicologica di patologie estremamente impegnative e resistenti ai trattamenti.
Dal Marzo 1993 il Dott. Savino ha iniziato l'attività libero-professionale in Lombardia, dove a tutt'oggi risiede, a Milano dove esercita in una struttura a lui dedicata presso il Centro Medico Visconti di Modrone nel cuore della città, avvalendosi della collaborazione di specialisti psichiatri ricercatori universitari.

Partecipazione a Congressi
Fin dall'inizio della frequenza presso l'Istituto di Psichiatria dell'Università di Pisa, il Dott. Savino si è costantemente aggiornato anche con la partecipazione ai principali congressi nazionali ed internazionali in qualità di organizzatore, relatore o semplicemente come partecipante. In tali occasioni gli è sempre stato possibile raccogliere importante materiale scientifico, assistere a presentazioni anche innovative, discutere con gli speaker di prestigio e scambiare opinioni con colleghi italiani e stranieri.
La frequentazione dei più importanti congressi (SIP, SOPSI, APA, ECNP, CINP) scientifici continua ininterrotta a partire dal 1986, quando partecipò al 34° Congresso della Società Italiana di Psichiatria (SIP), a Milano. Dal 1989 ha iniziato a presentarsi in queste occasioni come relatore, a San Miniato ("I confini dei disturbi dell'umore") ed a Roma (37° congresso della SIP). L'impegno di relatore prosegue tuttora in occasione di congressi nazionali e internazionali.

Iscrizione a Società
Membro della Società Italiana di Psichiatria dal 1988.
Membro dell'European College of Neuropsychopharmacology (ECNP) dal 1992.
Membro della Sezione Toscana della Società Italiana di Riabilitazione Psicosociale dal 1993.
Membro della Società Italiana di Psicopatologia (SOPSI) dalla fondazione.
Membro del Consiglio Generale della Fondazione IDEA (Istituto per la ricerca e la prevenzione della depressione e dell'ansia) dal 1998 e membro del Comitato di Redazione di IDEA Notizie, periodico trimestrale.
Membro del Comitato Scientifico dell'Associazione onlus "Areté".

Home Page | Chi Siamo | Cosa Facciamo | Centri Operativi | Link | Dove Siamo | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu